• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

28 Maggio 2020 - Giovedì - 7a settimana di Pasqua

Parola del giorno: “Non prego solo per questi, ma anche per quelli che crederanno in me mediante la loro parola"

Leggi tutto...

 

Itinerario di preparazione alla consacrazione a Gesù per le mani di Maria

proposta per la 2a serata – sabato 23 maggio 2015

Ecco ora alcune verità che serviranno ad “illuminare” questa consacrazione:

  • Gesù Cristo deve essere il fine ultimo di tutte le nostre devozioni altrimenti esse sarebbero false ed ingannevoli. E’ Lui il nostro unico Salvatore e Signore. Il capo a cui dobbiamo rimanere uniti ed il modello al quale ci dobbiamo conformare, l’unica via che ci guida, l’unica verità che dobbiamo credere”. Dunque la devozione a Maria non ha altro scopo se non condurci a Cristo e se così non fosse “bisognerebbe rigettarla come una illusione del demonio”. Ma è proprio il contrario: “questa devozione ci è necessaria per trovare Gesù in modo perfetto, per amarlo teneramente e servirlo fedelmente”. Per dirlo con le parole di un papa: “non si può essere cristiani se non si è mariani”.
  • Con il battesimo noi siamo diventati “schiavi”, come dice San Luigi di Monfort, di Gesù cioè noi non “ci apparteniamo ma siamo totalmente suoi, come suoi membri che egli ha riscattato a caro prezzo, versando tutto il suo sangue. Ma Gesù e Maria con Lui sono essi per primi esempi di schiavitù, cioè di totale dipendenza dalla volontà del Padre. Maria si è definita la serva del Signore, disponibile totalmente alla volontà di Dio. Quindi noi dobbiamo appartenere a Gesù e a Maria servendoli come degli schiavi volontari solo per amore.
  • Per raggiungere la perfezione e quindi l’unione a Cristo è molto importante sapersi svuotare di ciò che vi è di cattivo dentro di noi. Per far ciò bisogna prima di tutto, chiedere la luce dello Spirito, per vedere bene in noi, riconoscere il nostro “cattivo fondo”, le nostre debolezze, l’incostanza continua … dobbiamo cioè “morire ogni giorno a noi stessi”. “Se le nostre devozioni non ci conducono a questa morte necessaria e feconda, non porteranno frutto e rimarranno inutili”. Dobbiamo scegliere tra tutte le devozioni a Maria quella che maggiormente ci porta a questa morte a noi stessi”.
  • Abbiamo bisogno di un mediatore per avvicinarci a Dio e Gesù è questo mediatore. Trascurare il Mediatore ed avvicinarci alla sua santità è mancare di umiltà e di rispetto. Ma essendo Gesù Cristo ugualmente Dio, abbiamo bisogno di un “mediatore presso il Mediatore stesso e Maria è colei che è più capace di svolgere questo compito;  è per mezzo di lei che Gesù è venuto a noi ed è per mezzo di lei che noi dobbiamo andare a Lui.  Invochiamo  con coraggio l’aiuto e l’intercessione di Maria nostra madre: ella è buona e tenera, non c’è nulla in lei di austero e scostante, nulla di troppo alto e troppo abbagliante; guardando lei, noi vediamo la nostra semplice natura umana. Ella non rigetta nessuno di coloro che invocano la sua intercessione anche se sono peccatori”.

Possiamo ora vedere quali sono le caratteristiche  spirituali che deve avere una autentica devozione a Maria, in qualunque modo essa si esprima. La vera devozione deve essere:

  1. Interiore: cioè viene dal cuore e deriva dalla consapevolezza della grandezza di Maria e dall’amore che nutriamo per lei.
  2. Tenera: cioè come quella di un bimbo verso sua madre, con piena fiducia, confidenza, tenerezza e semplicità. Tale da farci ricorrere a lei in ogni momento della nostra vita.
  3. Santa: cioè deve condurci ad evitare il peccato e ad imitare le virtù della Vergine (umiltà,fede viva, obbedienza cieca, la continua orazione, la mortificazione, la purezza, la carità la pazienza la dolcezza e la sapienza).
  4. Costante: cioè essa deve renderci stabili nel bene e deve condurci a non abbandonare con facilità le nostre pratiche di devozione.
  5. Disinteressata:cioè non serviamo Maria con intenzione di lucro, né per ottenere un vantaggio per sé, temporale o eterno, corporale o spirituale, ma solo perché ella merita di essere servita, e in lei Dio solo.
 11 visitatori online

Sosta della Madonna del monte Viglio all'Oasi


Get the Flash Player to see this player.

Login

Galleria fotografica



3975229 Visite