• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

15 Settembre 2019 - 24a Domenica del Tempo Ordinario - C

Parola del giorno: “Prendete il vitello grasso, ammazzatelo, mangiamo e facciamo festa”

Leggi tutto...

XVIII Convegno Mariano (2016)

"Maria Madre di Misericordia"

Spiegazione dell'icona del convegno (opera di Giuseppina Bellisario)

Quello che si propone davanti a noi è l'immagine di una giovane donna che avvolta nel suo abito come per proteggersi e proteggere, cammina solerte verso di noi, con una anfora piena di acqua in mano. Acqua che rappresenta la vita, sia spirituale che come elemento primario di sopravvivenza. Ci ricorda Maria alle nozze di Cana, dove lei si guarda intorno, osserva, ascolta, prova compassione, agisce,mette in movimento una proposta di bene, di "Misericordia". Lei madre di misericordia partecipa in prima persona alla festa nuziale, dà indicazioni per preparare un banchetto al quale tutti siamo invitati, nel corso del quale Dio "Misericordia" accoglie in sè e sposa tutta l’umanità.

Ha il giovane volto rivolto in alto con gli occhi che guardano il cielo, ma pieni di lacrime e di attesa, perché attraverso il dolore Maria ha aderito con umiltà e obbedienza al progetto di Dio. È visibilmente in stato interessante e con la sua mano protegge il suo grembo. Maria ha accolto "Gesù Misericordia" nel suo grembo verginale ed è diventata Madre della Misericordia, difatti Gesù sulla croce offre per amore la sua vita perché gli altri la abbiano, pane di vita offerto per la salvezza del mondo. Lei in quel dolore atroce, accoglie nel suo grembo l’umanità tutta, Maria è colei che plasma in noi il Misericordioso. Maria attende nel dolore il ritorno dell’uomo che rinasce al figlio Gesù. È lei che cammina verso di noi, e nel mondo, per portarci la misericordia e la compassione per le nostre miserie morali e spirituali.

 38 visitatori online

Sosta della Madonna del monte Viglio all'Oasi


Get the Flash Player to see this player.

Login

Galleria fotografica



3379074 Visite