• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

27 Maggio 2019 - Lunedì - 6a settimana di Pasqua

Parola del giorno: “viene l’ora in cui chiunque vi ucciderà crederà di rendere culto a Dio”

Leggi tutto...

15 Maggio 2019 - Mercoledì - 4a settimana di Pasqua

Parola del giorno: “Io sono venuto nel mondo come luce, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre.”

Vangelo del giorno: Gv 12,44-50

Dal Vangelo secondo Giovanni

In quel tempo, Gesù esclamò: «Chi crede in me, non crede in me ma in colui che mi ha mandato; chi vede me, vede colui che mi ha mandato. Io sono venuto nel mondo come luce, perché chiunque crede in me non rimanga nelle tenebre. Se qualcuno ascolta le mie parole e non le osserva, io non lo condanno; perché non sono venuto per condannare il mondo, ma per salvare il mondo.
Chi mi rifiuta e non accoglie le mie parole, ha chi lo condanna: la parola che ho detto lo condannerà nell’ultimo giorno. Perché io non ho parlato da me stesso, ma il Padre, che mi ha mandato, mi ha ordinato lui di che cosa parlare e che cosa devo dire. E io so che il suo comandamento è vita eterna. Le cose dunque che io dico, le dico così come il Padre le ha dette a me».


La traduzione qui dice che Gesù “esclamò”,
ma l’originale precisa che “gridò” questa affermazione.
Gesù è venuto al mondo come luce
perché chi crede in lui prenda le distanze dalle tenebre.
Da che mondo è mondo, infatti, luce e tenebre
vivono lo scontro, non è pensabile che possano stare insieme:
sono incompatibili, così pure la luce della fede
impone il giorno alla notte delle tenebre.
E proprio l’insistenza di Gesù su questo tema
ci dà di immaginare questo grido e di sentirlo
che arriva diritto dentro il nostro cuore,
come un appello forte alla nostra vita
quasi come una supplica che ci scuote ogni momento.
Gesù è vita, è luce, è amore: non ha nulla a che vedere
con le tenebre, con l’odio e con la morte.
E se lo guardiamo in volto con amore e lo fissiamo
lasciandoci attirare dalla sua Verità detta ciascuno
e firmata con il suo sangue versato sulla croce,
fino all’ultima goccia per follia di amore,
quella sua luce abbaglia fino al punto
di non farci vedere altro.
E questo satana lo sa; per questo non si arrende mai
nel tentarci per farci preferire le tenebra alla luce.
Coraggio, allora: l’invito aspetta una risposta personale.
Avanti nella fede!

 41 visitatori online

Sosta della Madonna del monte Viglio all'Oasi


Get the Flash Player to see this player.

Login

Galleria fotografica



3139281 Visite