• Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size

22 Settembre 2017 - Venerdì - 24a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :C’erano con lui i Dodici e alcune donne … che li servivano con i loro beni"

Leggi tutto...

Avvento 2011

C'è un piccolo gioiello nascosto nel ritiro di Avvento di quest'anno: lo schema della riflessione è stato offerto da Emanuela e Nico, che vivono l'attesa della loro prima figlia. Con Emanuela, costretta a letto per custodire la vita che sta crescendo nel suo grembo, tutta la comunità ha occasione di avere davanti, in una esperienza viva, la trepidazione e la gioia che caratterizzano questo tempo, incontro al Signore che viene.

Ripensiamo insieme al Natale come tempo umano per sperimentare sensibilmente la presenza del "Dio vicino", per maturare nel profondo, per ripensare alla nostra vocazione cristiana, guardando a Maria, al suo sì, da cui tutto parte, un sì che ha avuto la capacità di far "spostare" Dio!

Nella condivisione del ritiro  -il pomeriggio della prima domenica di Avvento- don Alberto ha sottolineato proprio questo: perché Dio è disceso dai cieli? é infatti vero che  i cieli stanno in Dio, più che lui nei cieli! Con il sì di Maria, il Signore è disceso, per dire sì, come Dio, come Figlio, come fratello nostro. Il sì di Dio diventa carne concreta, il *cielo*si fa "terra", ma Egli non resta  "terra", diventa Pane del Cielo.

Questo Pane trasforma la nostra umanità, Dio stesso è nostro nutrimento, e trasforma la nostra vita in vita eterna.

Davanti a una realtà così grande, infinitamente divina, profondamente umana, la nostra risposta non può che essere il silenzio adorante, perché il nostro silenzio diventi un sì, pronunciato con la vita, detto "da dentro".

Avvento 2010 - Quattro passi a Natale

La Parola si fa Carne nel tuo cuore
Sette minuti di ascolto, preghiera e vita
(un suggerimento che puoi vivere da solo o in gruppo, anche in famiglia)

Quest’anno ti invitiamo a preparare con noi il presepe nel cuore offrendoti una breve riflessione che accompagni ciascuna delle quattro settimane di Avvento. Vogliamo prepararci con nel cuore la domenica e per questo attingiamo direttamente dalla Liturgia del giorno del Signore.
L’Avvento è tempo di grazia e, in quanto tale, è tempo di Dio e dell’uomo, tempo che Dio dona all’uomo con una benevolenza tutta particolare. La prima cosa per non sciuparlo è fare sosta, fare Oasi, ossia fermarsi e mettersi in ascolto. Aprirsi a Dio ascoltarlo e parlargli con le parole e con la vita che cambia desiderando conformarsi sempre di più alla sua Volontà.
La nostra proposta è un breve itinerario della durata di 7 minuti, strutturato in quattro tappe che ti invitiamo ad assumere come impegno personale: “Ascolto Medito Prego  Mi impegno”.
Anzitutto apriamo il cuore invocando lo Spirito.

Primo passo: prima settimana di avvento
Secondo passo: seconda settimana di avvento
Terzo passo: terza settimana di avvento


 

 57 visitatori online

Sosta della Madonna del monte Viglio all'Oasi


Get the Flash Player to see this player.

Login

Galleria fotografica



1874008 Visite