Categories: Parola del Giorno

27 Agosto 2012 – Lunedì della 21a settimana del Tempo Ordinario

 Parola del giorno : “Guai a voi…

 Vangelo del giorno: Mt 23,13-22       

Se non fossi sicuro
che questa sua parola, sia pur con dispiacere,
Gesù la abbia detta proprio a me,
mi sarebbe facile vedervi dietro
le numerose facce di coloro
che andando di casa in casa,
con assiduità e solerzia, per fare dei proseliti,
magari approfittando dei momenti
di maggiore debolezza o di fragilità,
prendendo alla lettera ogni parola della Bibbia
e cavillando, con tanto di riscontri già annotati,
talvolta arrampicandosi sugli specchi,
per far dire ad essa esattamente
quello che hanno in mente e fa più comodo,
portando, la volta successiva, una guida ancor più… esperta.
Con una ottusità impressionante
e una cecità che fa paura…

Se c’è del mio, per il solo fatto di aver pensato ciò
io faccio ammenda e chiedo venia e comprensione.
Ma sono certo che servire la Parola
è anche dire, con sincerità,
quello che lo Spirito richiede,
lasciando a Dio che legge i cuori l’unico giudizio.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù parlò dicendo:
«Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che chiudete il regno dei cieli davanti alla gente; di fatto non entrate voi, e non lasciate entrare nemmeno quelli che vogliono entrare.
Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, che percorrete il mare e la terra per fare un solo prosèlito e, quando lo è divenuto, lo rendete degno della Geènna due volte più di voi.
Guai a voi, guide cieche, che dite: “Se uno giura per il tempio, non conta nulla; se invece uno giura per l’oro del tempio, resta obbligato”. Stolti e ciechi! Che cosa è più grande: l’oro o il tempio che rende sacro l’oro? E dite ancora: “Se uno giura per l’altare, non conta nulla; se invece uno giura per l’offerta che vi sta sopra, resta obbligato”. Ciechi! Che cosa è più grande: l’offerta o l’altare che rende sacra l’offerta? Ebbene, chi giura per l’altare, giura per l’altare e per quanto vi sta sopra; e chi giura per il tempio, giura per il tempio e per Colui che lo abita. E chi giura per il cielo, giura per il trono di Dio e per Colui che vi è assiso».