Categories: Parola del Giorno

18 Dicembre 2012 – Martedì – Feria di Avvento

Parola del giorno : “…a lui sarà dato il nome di Emmanuele, che significa «Dio con noi»

Vangelo del giorno: Mt 1,18-24               

Nomen omen, dicevano i latini:
il nome dice l’uomo.
E quando ad esso è legata una missione
il detto è ancor più vero e qualche volta
è Dio stesso che lo impone all’uomo.
Così è per il Figlio di Dio e di Maria.
La sua è una missione che trasforma
l’intera storia dell’umanità.
Benché fosse annunciato dai profeti
l’evento nella sua attuazione
comporta un intervento straordinario dell’Altissimo;
ma anche per la giovane fanciulla
il rischio che venga lapidata.
Il nome del bambino è garanzia
della promessa antica che si compie,
ma solo una fede eccezionale,
e un abbandono pieno nelle mani del Signore,
riesce ad evitare alla mamma,
ancora promessa sposa,
la lapidazione.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto.
Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati».
Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta:
«Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio:
a lui sarà dato il nome di Emmanuele»,
che significa «Dio con noi».
Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa.