Categories: Parola del Giorno

6 Marzo 2013 – Mercoledì della 3a settimana di Quaresima

Parola del giorno : “…non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento.

Vangelo del giorno:  Mt 5,17-19          

Gesù non si accontenta
– come invece fanno scribi e farisei –
di un’osservanza della Legge fredda,
dettata dal timore,
oppure imposta dal senso del dovere.
Sarebbe troppo sterile il rapporto
con il Dio della giustizia e dell’amore
che per il nostro bene ci ha dato quella Legge.
Per questo ai suoi discepoli insegna
di essere venuto a completarla
inserendola in una logica di amore
e vuole che lo seguano
per la via di quella libertà
che, più che soffermarsi su ciò che va evitato
per non contravvenire agli ordini di Dio,
li porti a ricercare ogni giorno
un entusiasmo nuovo
per compiere con gioia e nella verità,
quello che a Dio più piace.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto.
Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli».