Categories: Parola del Giorno

29 Marzo 2013 – Venerdì Santo

Parola del giorno : “Ho sete. 

Vangelo del giorno:  Gv18,1-19,42                                  

È il grido più importante lanciato
dall’alto dalla croce.
Gesù di sé ha dato tutto
senza risparmiarsi e ora, ancora,
trova la forza per lanciare all’uomo
l’ultimo messaggio del suo cuore:
una parola che sconvolge il mondo
perché la sete che egli manifesta,
da quello stato di peggior dei condannati,
non è altro che l’amore che ha donato
in ogni istante della vita sua
e ora – anziché fermarsi a domandar risposta –
sente il bisogno di donarlo ancora.
Lo fa depositando quel grido in ogni cuore.
Ancora oggi Gesù dichiara di aver sete
del tuo amore.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

Stavano presso la croce di Gesù sua madre, la sorella di sua madre, Maria madre di Clèopa e Maria di Màgdala. Gesù allora, vedendo la madre e accanto a lei il discepolo che egli amava, disse alla madre: «Donna, ecco tuo figlio!». Poi disse al discepolo: «Ecco tua madre!». E da quell’ora il discepolo l’accolse con sé.
Dopo questo, Gesù, sapendo che ormai tutto era compiuto, affinché si compisse la Scrittura, disse: «Ho sete». Vi era lì un vaso pieno di aceto; posero perciò una spugna, imbevuta di aceto, in cima a una canna e gliela accostarono alla bocca. Dopo aver preso l’aceto, Gesù disse: «È compiuto!». E, chinato il capo, consegnò lo spirito
.