Categories: Parola del Giorno

16 dicembre 2013 – Lunedì della 3a settimana di Avvento

Parola del giorno : “Anch’io vi farò una sola domanda.”

Vangelo del giorno Mt 21,23-27  

Visto che tante sue parole e attenzioni
non hanno trovato accoglienza nei loro cuori
e sono andate a vuoto,
dopo averne provate veramente tante,
a Gesù sembra che la cosa migliore per mettere a tacere
gli interlocutori che lo interrogano
ma solo per provocare e metterlo in difficoltà
davanti ai suoi discepoli e agli ascoltatori,
sia quella di rispondere utilizzando
la loro stessa arma: una domanda.
La ascoltano ma stanno bene attenti
a non profferir parola e a svignarsela
con un semplice “non sappiamo”.
A Gesù è sufficiente perché se anche
non riuscirà a zittirli, intanto
li lascerà a pensare.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù entrò nel tempio e, mentre insegnava, gli si avvicinarono i capi dei sacerdoti e gli anziani del popolo e dissero: «Con quale autorità fai queste cose? E chi ti ha dato questa autorità?».
Gesù rispose loro: «Anch’io vi farò una sola domanda. Se mi rispondete, anch’io vi dirò con quale autorità faccio questo. Il battesimo di Giovanni da dove veniva? Dal cielo o dagli uomini?».
Essi discutevano fra loro dicendo: «Se diciamo: “Dal cielo”, ci risponderà: “Perché allora non gli avete creduto?”. Se diciamo: “Dagli uomini”, abbiamo paura della folla, perché tutti considerano Giovanni un profeta».
Rispondendo a Gesù dissero: «Non lo sappiamo». Allora anch’egli disse loro: «Neanch’io vi dico con quale autorità faccio queste cose».