Categories: Parola del Giorno

23 dicembre 2013 – Lunedì – Feria di Avvento

Parola del giorno : “E davvero la mano del Signore era con lui.”

Vangelo del giorno Lc 1,57-66        

Giovanni nasce pochi mesi prima di Gesù
Con la specifica missione
di preparare i cuori alla sua venuta.
La sua presenza fa interrogare molti
e, sin dal momento della nascita,
molti si meravigliano
per quello che ascoltano dal padre Zaccaria,
a cominciare dal nome per lui scelto,
che non trova precedenti nel casato.
Ma ciò che più sorprende è proprio lui,
il fanciullo la cui nascita e poi la sua crescita
lasciano immaginare
che qualcosa di particolare dev’essere in arrivo.
Per saperne di più bisognerà aspettare, ma intanto è già abbastanza
che tanti possano constatare
che la mano del Signore era con lui.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quei giorni, per Elisabetta si compì il tempo del parto e diede alla luce un figlio. I vicini e i parenti udirono che il Signore aveva manifestato in lei la sua grande misericordia, e si rallegravano con lei.
Otto giorni dopo vennero per circoncidere il bambino e volevano chiamarlo con il nome di suo padre, Zaccarìa. Ma sua madre intervenne: «No, si chiamerà Giovanni». Le dissero: «Non c’è nessuno della tua parentela che si chiami con questo nome».
Allora domandavano con cenni a suo padre come voleva che si chiamasse. Egli chiese una tavoletta e scrisse: «Giovanni è il suo nome». Tutti furono meravigliati. All’istante gli si aprì la bocca e gli si sciolse la lingua, e parlava benedicendo Dio.
Tutti i loro vicini furono presi da timore, e per tutta la regione montuosa della Giudea si discorreva di tutte queste cose. Tutti coloro che le udivano, le custodivano in cuor loro, dicendo: «Che sarà mai questo bambino?». E davvero la mano del Signore era con lui
.