Categories: Parola del Giorno

24 dicembre 2013 – Martedì – Feria di Avvento

Parola del giorno : “…ci visiterà un sole che sorge dall’alto,…”

Vangelo del giorno Lc 1,67-79        

L’ora  giunta.
La luce che spazza via le tenebre del mondo,
la cui promessa ha attraversato secoli di storia,
sta per affacciarsi all’orizzonte,
per poi brillare e dominare in pieno giorno;
l’evento che cambia totalmente il mondo
fra qualche attimo diventerà presente
e non avrà più bisogno di promesse al futuro.
Per tutto il tempo che è rimasto muto
lo ha assaporato il vecchio Zaccaria
gustandolo nel cuore e meditando
i segni premonitori a lui toccati in sorte
e davanti ai quali inizialmente si è mostrato incredulo.
Ora che la lingua sua si è sciolta,
in poche battute ripercorre
le tappe essenziali della storia sacra
fino a centrare la missione del figlio che gli è dato
in vista dell’efficacia di quel sole
che, insieme a tanta luce e Verità,
sta per portare al mondo la pace e la salvezza.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Zaccarìa, padre di Giovanni, fu colmato di Spirito Santo e profetò dicendo:
«Benedetto il Signore, Dio d’Israele,
perché ha visitato e redento il suo popolo,
e ha suscitato per noi un Salvatore potente
nella casa di Davide, suo servo,
come aveva detto
per bocca dei suoi santi profeti d’un tempo:
salvezza dai nostri nemici,
e dalle mani di quanti ci odiano.
Così egli ha concesso misericordia ai nostri padri
e si è ricordato della sua santa alleanza,
del giuramento fatto ad Abramo, nostro padre,
di concederci, liberati dalle mani dei nemici,
di servirlo senza timore, in santità e giustizia
al suo cospetto, per tutti i nostri giorni.
E tu, bambino, sarai chiamato profeta dell’Altissimo
perché andrai innanzi al Signore a preparargli le strade,
per dare al suo popolo la conoscenza della salvezza
nella remissione dei suoi peccati.
Grazie alla tenerezza e misericordia del nostro Dio,
ci visiterà un sole che sorge dall’alto,
per risplendere su quelli che stanno nelle tenebre
e nell’ombra di morte,
e dirigere i nostri passi
sulla via della pace».