Categories: Parola del Giorno

22 settembre 2014 – Lunedì – 25a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“…a chi non ha, sarà tolto anche ciò che crede di avere.”

Vangelo del giorno:  Lc 8,16-18       

la punizione potrebbe apparire
sproporzionata o forse anche ingiusta,
se non fosse che viene comminata
a chi non ha punito perché non ha avuto,
bensì perché non ha prodotto
neppure il minimo di quello che doveva,
e il donatore si aspettata.
Per chi ha buona volontà,
anche una parola sola seminata nel suo cuore
potrà offrire frutti la cui ricompensa
è eccezionale.
ciò che invece è punito,
in una maniera che può apparire brutale,
sono i virus ancora più terribili
dell’apatia dell’indifferenza.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù disse alla folla:
«Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce.
Non c’è nulla di segreto che non sia manifestato, nulla di nascosto che non sia conosciuto e venga in piena luce.
Fate attenzione dunque a come ascoltate; perché a chi ha, sarà dato, ma a chi non ha, sarà tolto anche ciò che crede di avere».