Categories: Parola del Giorno

1 ottobre 2014 – Mercoledì – 26a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“…il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo.”

Vangelo del giorno:  Lc 9,57-62      

È facile per un discepolo seguire il suo maestro
quando di lui conosce tutto
e può organizzarsi a suo piacimento,
meglio ancora se tutto questo corrisponde
a quello che si aspetta.
Gesù è statro chiaro: i suoi discepoli li chiama
a seguirli, punto e basta!
Non offre umane sicurezze
e non prospetta strade comode.
Soprattutto non promette sconti e non accetta condizioni.
Se uno vuol seguirlo deve farlo
nella più piena libertà,
senza aspettarsi nulla, ad eccezione della gioia
di sapere che ha seguito lui
nella prospettiva di esere trattato
come hanno trattato lui.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, mentre camminavano per la strada, un tale disse a Gesù: «Ti seguirò dovunque tu vada». E Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell’uomo non ha dove posare il capo».
A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, permettimi di andare prima a seppellire mio padre». Gli replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu invece va’ e annuncia il regno di Dio».
Un altro disse: «Ti seguirò, Signore; prima però lascia che io mi congedi da quelli di casa mia». Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che mette mano all’aratro e poi si volge indietro è adatto per il regno di Dio»
.