Categories: Parola del Giorno

26 ottobre 2014 – 30a Domenica del Tempo Ordinario – A

Parola del giorno :“Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti.”

Vangelo del giorno:  Mt 22,34-40     

Più chiaro di così Gesù non lo può dire.
Al fariseo che vorrebbe farlo perdere
tra gli oltre seicento precetti della Legge
– ed è quasi convinto di riuscire nell’impresa –
Gesù, con una lucidità che non conosce uguali,
‘sbatte in faccia’ non quello più importante,
ma il comando essenziale,
senza del quale è inutile parlare della Legge e dei Profeti.
Il rabbino che era andato per metterlo alla prova
avrà capito la lezione e ne esce assai ‘provato’.
Ora dovrà decidere che cosa dovrà vivere,
prima ancora di insegnarlo,
esigendolo da sé e non dagli altri.
E non gli sarà facile!

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, i farisei, avendo udito che Gesù aveva chiuso la bocca ai sadducèi, si riunirono insieme e uno di loro, un dottore della Legge, lo interrogò per metterlo alla prova: «Maestro, nella Legge, qual è il grande comandamento?».
Gli rispose: «“Amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente”. Questo è il grande e primo comandamento. Il secondo poi è simile a quello: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Da questi due comandamenti dipendono tutta la Legge e i Profeti».