Categories: Parola del Giorno

6 novembre 2014 – Giovedì – 31a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“Costui accoglie i peccatori e mangia con loro.”

Vangelo del giorno:  Lc 15,1-10    

Accoglie i peccatori e mangia con loro.
L’accusa, stando alla Legge di quei tempi,
è molto grave e scribi e farisei quasi si scandalizzano.
Ma Gesù non si scompone più di tanto,
bensì, usando due parabole,
non solo spiega loro la ragione di questa sua scelta
ma li invita a condividere la sua gioia
per un solo peccatore che si converta.
Se solo lo capissero!
Il fatto è che quando uno, anche verso Dio,
pensa di stare a posto ed avanza meriti,
semplicemente per la scupolosa osservanza della legge,
difficilmente riuscirà a capire
– e a fare propria – la misericordia:
il frutto dell’Amore che è già dentro la Legge.
Il risultato sarà un cuore sterile
che non conosce gioia.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, si avvicinavano a Gesù tutti i pubblicani e i peccatori per ascoltarlo. I farisei e gli scribi mormoravano dicendo: «Costui accoglie i peccatori e mangia con loro».
Ed egli disse loro questa parabola: «Chi di voi, se ha cento pecore e ne perde una, non lascia le novantanove nel deserto e va in cerca di quella perduta, finché non la trova? Quando l’ha trovata, pieno di gioia se la carica sulle spalle, va a casa, chiama gli amici e i vicini e dice loro: “Rallegratevi con me, perché ho trovato la mia pecora, quella che si era perduta”. Io vi dico: così vi sarà gioia nel cielo per un solo peccatore che si converte, più che per novantanove giusti i quali non hanno bisogno di conversione.
Oppure, quale donna, se ha dieci monete e ne perde una, non accende la lampada e spazza la casa e cerca accuratamente finché non la trova? E dopo averla trovata, chiama le amiche e le vicine, e dice: “Rallegratevi con me, perché ho trovato la moneta che avevo perduto”. Così, io vi dico, vi è gioia davanti agli angeli di Dio per un solo peccatore che si converte».