Categories: Parola del Giorno

14 dicembre 2014 – 3a Domenica di Avvento – B

Parola del giorno :“Venne un uomo mandato da Dio: il suo nome era Giovanni.”

Vangelo del giorno: Gv 1,6-8.19-28       

Nel progetto del Signore la figura di Giovanni
ha un ruolo eccezionale.
Ultimo aggancio con i profeti antichi,
è chiamato a fare spazio alla nuova profezia,
meglio ancora: al Profeta e Messia
tanto atteso in tanti secoli di storia.
Il vangelo lo descrive “testimone della luce”;
dove Luce – chiaramente – ha un nome: Gesù Cristo.
E lui lo fa con una tale umiltà e dedizione,
che la Luce può brillare indisturbata,
senza che egli ne trattenga neppure un raggio.
Non asseconda alcuna idea che la gente di lui si è fatta
e per forza lo vorrebbe qualificare
come Elia, il profeta oppure il Cristo.
Della Luce si fa “ombra” e del Profeta
si considera soltanto una voce nel deserto…
Sì, Giovanni è davvero un grande uomo,
inviato dal Signore,
che sa svolgere il suo compito per bene:
fare spazio e… scomparire.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

Venne un uomo mandato da Dio:
il suo nome era Giovanni.
Egli venne come testimone
per dare testimonianza alla luce,
perché tutti credessero per mezzo di lui.
Non era lui la luce,
ma doveva dare testimonianza alla luce.
Questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e levìti a interrogarlo: «Tu, chi sei?». Egli confessò e non negò. Confessò: «Io non sono il Cristo». Allora gli chiesero: «Chi sei, dunque? Sei tu Elia?». «Non lo sono», disse. «Sei tu il profeta?». «No», rispose. Gli dissero allora: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?». Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaìa».
Quelli che erano stati inviati venivano dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?». Giovanni rispose loro: «Io battezzo nell’acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo».
Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando
.