Categories: Parola del Giorno

7 gennaio 2015 – Mercoledì dopo l’Epifania

Parola del giorno :“Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino”

Vangelo del giorno: Mt 4,12-17.23-25     

Convertitevi.
Meraviglioso il senso di questa parola
che non dà luogo ad equivoci e ci riguarda tutti.
Non piace ai più e molti la trascurano o la snobbano
pensando di poterne fare a meno
perché sicuri di stare a posto, con Dio e con il prossimo,
finendo così per illudere anche se stessi.
La conversione, anche come imperativo,
è invito ricorrente nel vangelo;
è una parola che può fare solo bene
– e le testimonianze nel corso della storia sono molte –
perché spalancano le porte alla gioia
e alla vita vera.
Una gioia che, purtroppo,
chi ritiene – come a molti accade –
di non aver bisogno della conversione,
non avrà modo di sperimentare.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, quando Gesù seppe che Giovanni era stato arrestato, si ritirò nella Galilea, lasciò Nàzaret e andò ad abitare a Cafàrnao, sulla riva del mare, nel territorio di Zàbulon e di Nèftali, perché si compisse ciò che era stato detto per mezzo del profeta Isaìa:
«Terra di Zàbulon e terra di Nèftali,
sulla via del mare, oltre il Giordano,
Galilea delle genti!
Il popolo che abitava nelle tenebre
vide una grande luce,
per quelli che abitavano in regione e ombra di morte
una luce è sorta».
Da allora Gesù cominciò a predicare e a dire: «Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino».
Gesù percorreva tutta la Galilea, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni sorta di malattie e di infermità nel popolo. La sua fama si diffuse per tutta la Siria e conducevano a lui tutti i malati, tormentati da varie malattie e dolori, indemoniati, epilettici e paralitici; ed egli li guarì. Grandi folle cominciarono a seguirlo dalla Galilea, dalla Decàpoli, da Gerusalemme, dalla Giudea e da oltre il Giordano.