Categories: Parola del Giorno

13 marzo 2015 – Venerdì – 3a settimana di Quaresima

Parola del giorno :“Qual è il primo di tutti i comandamenti?”

Vangelo del giorno: Mc 12,28b-34  

Per il dottore della Legge che interroga Gesù
la risposta non dev’esser tanto semplice,
visto il grande numero di leggi
che gravavano pesantemente sull’osservante ebreo.
Se anche l’intenzione sarà stata
quella di tendere a Gesù un trabocchetto,
la risposta che ne viene è molto illuminante.
Non solo perché ricorda che la Legge non ha senso
se non trova in Dio il suo centro,
ma anche perché dalla risposta di Gesù
Dio e il prossimo, che Gesù ricorda subito dopo,
vanno fatti oggetto dello stesso amore.
Più chiaro di così Gesù proprio non poteva essere;
con la conseguenza che lo scriba lo elogia soddisfatto
e tanti altri ne tragono beneficio
e non osano più interrogarlo.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».
Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi».
Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all’infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l’intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocàusti e i sacrifici».
Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio». E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.