Categories: Parola del Giorno

20 aprile 2015 – Lunedì – 3a settimana di Pasqua

Parola del giorno :“… voi mi cercate … perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati

Vangelo del giorno:  Gv 6,22-29      

Gesù conosce bene la gente che lo segue.
La nutre di Parola e di speranze,
ma, all’occorrenza, anche del cibo materiale.
Le folle si sentono comprese
e, soddisfatte, lo cercano dovunque;
e quando riescono ad intuire il luogo dove va,
addirittura lo precedono e si fanno trovare ad aspettarlo.
Malati, poveri, delusi, sfuduciati…
ricevono parole di conforto e… si sentono appagati.
Ma Gesù, che mira a dare loro assai di più,
come può, li provoca perché riflettano sulla ragione vera
per la quale debbono cercarlo:
non per il pane materiale
ma per il cibo che ha il potere di nutrire
per la vita eterna.
Non capiranno molto, ma intanto
continuano a cercarlo e lui li nutre
del suo insegnamento.

 

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

Il giorno dopo, la folla, rimasta dall’altra parte del mare, vide che c’era soltanto una barca e che Gesù non era salito con i suoi discepoli sulla barca, ma i suoi discepoli erano partiti da soli. Altre barche erano giunte da Tiberìade, vicino al luogo dove avevano mangiato il pane, dopo che il Signore aveva reso grazie.
Quando dunque la folla vide che Gesù non era più là e nemmeno i suoi discepoli, salì sulle barche e si diresse alla volta di Cafàrnao alla ricerca di Gesù. Lo trovarono di là dal mare e gli dissero: «Rabbì, quando sei venuto qua?».
Gesù rispose loro: «In verità, in verità io vi dico: voi mi cercate non perché avete visto dei segni, ma perché avete mangiato di quei pani e vi siete saziati. Datevi da fare non per il cibo che non dura, ma per il cibo che rimane per la vita eterna e che il Figlio dell’uomo vi darà. Perché su di lui il Padre, Dio, ha messo il suo sigillo».
Gli dissero allora: «Che cosa dobbiamo compiere per fare le opere di Dio?». Gesù rispose loro: «Questa è l’opera di Dio: che crediate in colui che egli ha mandato».