Categories: Parola del Giorno

21 aprile 2015 – Martedì – 3a settimana di Pasqua

Parola del giorno :«Signore, dacci sempre questo pane».

Vangelo del giorno:  Gv 6,30-35      

Per credere in lui la gente vuole segni
che attestino la sua origine divina;
e per essere più espliciti domandano
che sia sulla linea di quello che i loro padri
hanno ricevuto nel tempo in cui Mosè li guidava nel deserto
ed ottennero dal cielo la manna da mangiare.
Rimanendo in sintonia, Gesù li assicura
che il pane della manna è poca cosa
rispetto a ciò che ora il Padre sta dando loro,
ossia il pane quello vero:
“colui che discende dal cielo e dà la vita al mondo”.
Senza capire che parla di se stesso,
e forse ancora legati col pensiero
al pane moltiplicato del quale poco prima si erano saziati,
domandano prontamente:
“Signore, dacci sempre questo pane”.
È a questo punto che Gesù si presenta
Come il pane della vita
capace di saziare ogni fame e ogni sete umana.
Oh, se solo riusccissimo acapirlo!

 

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, la folla disse a Gesù: «Quale segno tu compi perché vediamo e ti crediamo? Quale opera fai? I nostri padri hanno mangiato la manna nel deserto, come sta scritto: “Diede loro da mangiare un pane dal cielo”».
Rispose loro Gesù: «In verità, in verità io vi dico: non è Mosè che vi ha dato il pane dal cielo, ma è il Padre mio che vi dà il pane dal cielo, quello vero. Infatti il pane di Dio è colui che discende dal cielo e dà la vita al mondo».
Allora gli dissero: «Signore, dacci sempre questo pane».
Gesù rispose loro: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai!».