Categories: Parola del Giorno

30 aprile 2015 – Giovedì – 4a settimana di Pasqua

Parola del giorno :Sapendo queste cose, siete beati se le mettete in pratica.

Vangelo del giorno:  Gv 13,16-20      

Qualcuno l’ha battezzata come beatitudine del fare.
E ciò non per sminuirla, bensì per sottolinearne l’importanza
arricchita dalla concretezza.
In effetti, tra le tante riportate nel Vangelo
anche questa è una beatitudine speciale
non foss’altro che per il fatto che dipende
da un nostro preciso comportamento e dalla volontà
con la quale decidiamo di attuare la parola ascoltata.
Per aiutarci a comprendere l’importanza
che questa scelta assume nella nostra vita
Gesù non ha trovato di meglio che legarla
ad una speciale beatitudine
che, sulla linea delle altre copnosciute,
concretizza un’esperienza e si propone come stimolo
a percorrere la strada suggerita per raggiungere
l’obiettivo della felicità più grande,
che dovrebbe stare a cuore proprio a tutti.

 

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

[Dopo che ebbe lavato i piedi ai discepoli, Gesù] disse loro:
«In verità, in verità io vi dico: un servo non è più grande del suo padrone, né un inviato è più grande di chi lo ha mandato. Sapendo queste cose, siete beati se le mettete in pratica.
Non parlo di tutti voi; io conosco quelli che ho scelto; ma deve compiersi la Scrittura: “Colui che mangia il mio pane ha alzato contro di me il suo calcagno”. Ve lo dico fin d’ora, prima che accada, perché, quando sarà avvenuto, crediate che Io sono.
In verità, in verità io vi dico: chi accoglie colui che io manderò, accoglie me; chi accoglie me, accoglie colui che mi ha mandato».