Categories: Parola del Giorno

4 giugno 2015 – Giovedì – 9a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“Non sei lontano dal regno di Dio”

Vangelo del giorno: Mc 12,28b-34

La domanda dello scriba, disorientato dalle tante
Leggi e leggine che con il tempo
sono state aggiunge al Decalogo,
fino a un numero di oltre seicento,
mira al cuore della Legge
consegnata da Dio stesso al suo popolo.
Vuol sapere quale sia la più importante
e, rivolgendosi a Gesù, ha scelto bene
perché nessuno meglio di lui potrà dirglielo.
La risposta che riceve da Gesù lo trova infatti
in perfetta sintonia.
Glielo dice e da lui in cambio cosa riceve?
Un’affermazione che, a dir poco, è eccezionale:
anche tu dal regno dei cieli non sei lontano.
Un elogio che, a dir poco, avrà potuto suscitare
tanta invidia nei presenti.
In effetti, chi è d’accordo che l’Amore
è il cuore di ogni legge e che, ancor più,
è alla base della logica del Regno
non può essere lontano.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».
Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi».
Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all’infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l’intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocausti e i sacrifici».
Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio».
E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.