Categories: Parola del Giorno

26 giugno 2015 – Venerdì – 12a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“…va’ a mostrarti al sacerdote e presenta l’offerta …come testimonianza per loro”

Vangelo del giorno: Mt 8,1-4  

Le parole di Gesù indirizzano
il lebbroso, ormai guarito,
al regolare compimento di una legge da osservare.
Avendo ricevuto quel che domandava
di sicuro saprà compiere a puntino
tutto quello che è previsto dalla legge di Mosè
e dalla quale, rispettoso anche lui della legge,
Gesù non ha alcuna intenzione di dispensarlo.
Più difficile potrà essergli mantenere
il rispetto del silenzio circa quello che è accaduto.
Sia perché il fatto in sé porta clamore
e sia perché di sicuro andrà incontro
a una montagna di domande
da parte di chi vorrà sapere
cosa abbia fatto per ottener la guarigione.
La richiesta di Gesù comunque dice
che, se la compassione che ha nel cuore
lo porta ad intervenire nei confronti del lebbroso
addirittura con un miracolo,
non sarà questo ad accompagnare i passi della vita,
bensì piuttosto l’ordinario di una legge da osservare
con umiltà e devozione.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

Quando Gesù scese dal monte, molta folla lo seguì. 
Ed ecco, si avvicinò un lebbroso, si prostrò davanti a lui e disse: «Signore, se vuoi, puoi purificarmi».
Tese la mano e lo toccò dicendo: «Lo voglio: sii purificato!». E subito la sua lebbra fu guarita. 
Poi Gesù gli disse: «Guàrdati bene dal dirlo a qualcuno; va’ invece a mostrarti al sacerdote e presenta l’offerta prescritta da Mosè come testimonianza per loro».