Categories: Parola del Giorno

23 agosto 2015 – 21a Domenica del Tempo Ordinario – B

Parola del giorno :“Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?”

Vangelo del giorno: Gv 6, 60-69   

La Parola che non passa ed è promessa
come luce per i nostri passi e al palato dolce,
ora trova resistenza: appare dura
all’orecchio dei discepoli
che, pur avendo assistito al miracolo
ed essendosi saziati dei pani moltiplicati,
non riescono a capire come possano mangiare il corpo
e come bere il sangue stesso di Gesù,
rifiutando in blocco ogni sua parola.
Non è l’ascolto con l’orecchio che preoccupa,
ma l’impegno ad attuarla perché la parola del Signore
la si ascolta veramente solo quando è messa in pratica.
Ne consegue che, dopo avergli fatto rilevare
che il suo parlare è molto duro,
i discepoli un po’ alla volta lo abbandonano.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, molti dei discepoli di Gesù, dopo aver ascoltato, dissero: «Questa parola è dura! Chi può ascoltarla?».
Gesù, sapendo dentro di sé che i suoi discepoli mormoravano riguardo a questo, disse loro: «Questo vi scandalizza? E se vedeste il Figlio dell’uomo salire là dov’era prima? È lo Spirito che dà la vita, la carne non giova a nulla; le parole che io vi ho detto sono spirito e sono vita. Ma tra voi vi sono alcuni che non credono».
Gesù infatti sapeva fin da principio chi erano quelli che non credevano e chi era colui che lo avrebbe tradito. E diceva: «Per questo vi ho detto che nessuno può venire a me, se non gli è concesso dal Padre».
Da quel momento molti dei suoi discepoli tornarono indietro e non andavano più con lui.
Disse allora Gesù ai Dodici: «Volete andarvene anche voi?». Gli rispose Simon Pietro: «Signore, da chi andremo? Tu hai parole di vita eterna e noi abbiamo creduto e conosciuto che tu sei il Santo di Dio».