Categories: Parola del Giorno

11 ottobre 2015 – 28a Domenica del Tempo Ordinario – B

Parola del giorno :“Nessuno è buono, se non Dio solo”

Vangelo del giorno:  Mc 10,17-27      

Potrà apparire strana sulle labbra di Gesù,
ma la precisazione di sicuro farà bene
ai suoi ascoltatori, e in particolare coloro
che – per ruolo, per sapienza o per missione –
degli altri si ritengono i migliori e troppo facilmente
sono portati a stabilire distanze di superiorità.
Gesù – lo fa capire subito, ancor prima di rispondere
alla domanda ricevuta – a questo modo di pensare non ci sta
e, nel tentativo di ristabilire gli equilibri,
indirizza tutti ad acquistar la convinzione
che se il metro di misura è la bontà,
soltanto Dio è buono.
Con questa semplice, ma basilare affermazione,
la domanda che gli viene posta
trova facile risposta
già nelle conoscenze che quel tale dovrebbe avere della legge,
e nel buon senso.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, mentre Gesù andava per la strada, un tale gli corse incontro e, gettandosi in ginocchio davanti a lui, gli domandò: «Maestro buono, che cosa devo fare per avere in eredità la vita eterna?». Gesù gli disse: «Perché mi chiami buono? Nessuno è buono, se non Dio solo. Tu conosci i comandamenti: “Non uccidere, non commettere adulterio, non rubare, non testimoniare il falso, non frodare, onora tuo padre e tua madre”». 
Egli allora gli disse: «Maestro, tutte queste cose le ho osservate fin dalla mia giovinezza». Allora Gesù fissò lo sguardo su di lui, lo amò e gli disse: «Una cosa sola ti manca: va’, vendi quello che hai e dallo ai poveri, e avrai un tesoro in cielo; e vieni! Seguimi!». Ma a queste parole egli si fece scuro in volto e se ne andò rattristato; possedeva infatti molti beni.
Gesù, volgendo lo sguardo attorno, disse ai suoi discepoli: «Quanto è difficile, per quelli che possiedono ricchezze, entrare nel regno di Dio!». I discepoli erano sconcertati dalle sue parole; ma Gesù riprese e disse loro: «Figli, quanto è difficile entrare nel regno di Dio! È più facile che un cammello passi per la cruna di un ago, che un ricco entri nel regno di Dio». Essi, ancora più stupiti, dicevano tra loro: «E chi può essere salvato?». Ma Gesù, guardandoli in faccia, disse: «Impossibile agli uomini, ma non a Dio! Perché tutto è possibile a Dio»..