Categories: Parola del Giorno

24 novembre 2015 – Martedì – 34a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“Badate di non lasciarvi ingannare”

Vangelo del giorno: Lc 21,5-11     

Se qualcuno pensa che questa raccomandazione
valga solamente per la gente del tempo di Gesù,
o quelli a lui più vicini
in cui l’attesa del suo ritorno era forte
e, per alcuni, addirittura imminente,
si sbaglia e di molto.
In più di venti secoli di storia,
stimolata anche dalle parole di Gesù,
che ha raccomandato di restare vigilanti
per farsi trovare pronti al suo arrivo,
tale attesa, c’è stata sempre
ed ha contraddistinto e accompagnato
il cammino della fede dei cristiani.
Nei nostri giorni, poi, essa
sembra essersi fatta ancor più viva,
vista la crescita di annunciatori di un ritorno,
con tanto di indicazioni sull’evento
e di programmi da osservare.
Senza, naturalmente, dimenticare la promessa di Gesù
– e dunque provvedendo anche noi a stare sempre pronti –
quanto alle pretese di chiunque voglia erigersi a profeta
e dare indicazioni dettagliate, ricordiamo
che sono sempre valide le parole di Gesù:
“non lasciatevi ingannare”.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, mentre alcuni parlavano del tempio, che era ornato di belle pietre e di doni votivi, Gesù disse: «Verranno giorni nei quali, di quello che vedete, non sarà lasciata pietra su pietra che non sarà distrutta».
Gli domandarono: «Maestro, quando dunque accadranno queste cose e quale sarà il segno, quando esse staranno per accadere?». Rispose: «Badate di non lasciarvi ingannare. Molti infatti verranno nel mio nome dicendo: “Sono io”, e: “Il tempo è vicino”. Non andate dietro a loro! Quando sentirete di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate, perché prima devono avvenire queste cose, ma non è subito la fine».
Poi diceva loro: «Si solleverà nazione contro nazione e regno contro regno, e vi saranno in diversi luoghi terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandiosi dal cielo.