Categories: Parola del Giorno

9 dicembre 2015 – Mercoledì – 2a settimana di Avvento

Parola del giorno :“Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero”

Vangelo del giorno : Mt 11,28-30       

Fa bene Gesù a precisarlo;
ma sono quasi certo che lo fa soprattutto
per coloro che di lui sanno poco,
oppure con lui non hanno ancora stabilito
quel rapporto di fiducia che facilita la scelta.
Perché quando Gesù invita a seguirlo,
fatto salvo il primo impatto
che può anche risultare comprensibile,
resta sempre nel cuore di qualcuno,
soprattutto se si trova impreparato,
un senso di imbarazzo e di disorientamento,
insieme all’incertezza;
perché il giogo che Gesù porta
è quello dell’umiltà e della mitezza:
virtù che già da sole fanno spazio
a quella serenità e pace di cui il mondo
e l’uomo hanno bisogno, ma non riescono a trovarla
solo perché, pur avendone un profondo desiderio,
la cercano in altri lidi e per altre vie
che non hanno niente a che vedere
con quelle offerte ed indicate da Gesù.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù disse: 
«Venite a me, voi tutti che siete stanchi e oppressi, e io vi darò ristoro. Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per la vostra vita. Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero».