Categories: Parola del Giorno

13 gennaio 2016 – Mercoledì – 1a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“…si alzò quando ancora era buio …si ritirò in un luogo deserto, e là pregava”

Vangelo del giorno : Mc 1,29-39 

La giornata di Gesù è piena zeppa
di attività, le più disparate.
Qui l’evangelista ne riporta un assaggio
dacendolo passare dalla sinagoga,
dove ha insegnato con autorità,
alla casa di Simone dove trova la suocera malata
e la guarisce.
Una giornata che si protrae fino a sera
con interventi sui malati e sui demoni.
E tutto ciò con una naturalezza impressionante:
quella che attinge dalla preghiera
con la quale inizia molto presto la giornata
e la chiude a tarda sera.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù, uscito dalla sinagoga, subito andò nella casa di Simone e Andrea, in compagnia di Giacomo e Giovanni. La suocera di Simone era a letto con la febbre e subito gli parlarono di lei. Egli si avvicinò e la fece alzare prendendola per mano; la febbre la lasciò ed ella li serviva.
Venuta la sera, dopo il tramonto del sole, gli portavano tutti i malati e gli indemoniati. Tutta la città era riunita davanti alla porta. Guarì molti che erano affetti da varie malattie e scacciò molti demòni; ma non permetteva ai demòni di parlare, perché lo conoscevano.
Al mattino presto si alzò quando ancora era buio e, uscito, si ritirò in un luogo deserto, e là pregava. Ma Simone e quelli che erano con lui, si misero sulle sue tracce. Lo trovarono e gli dissero: «Tutti ti cercano!». Egli disse loro: «Andiamocene altrove, nei villaggi vicini, perché io predichi anche là; per questo infatti sono venuto!». 
E andò per tutta la Galilea, predicando nelle loro sinagoghe e scacciando i demòni.