Categories: Parola del Giorno

20 gennaio 2016 – Mercoledì – 2a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“… i farisei uscirono subito con gli erodiani e tennero consiglio contro di lui…

Vangelo del giorno : Mc 3,1-6 

Nessuno potrà dire che non si sia capito.
Per la Missione, la più grande
che mai si sia potuta mettere in atto sulla terra,
è guerra già sul nascere.
Alla seconda volta
– stando al racconto dell’evangelista Marco –
che Gesù, in giorno di sabato, entra nella sinagoga,
l’ostilità da parte dei farisei è evidente:
stanno lì ad osservarlo per coglierlo in fallo,
senza profferir parola neppure nel momento
in cui Gesù, conoscendo i loro pensieri,
li invita ad esprimere parere se sia lecito in quel giorno
aiutare una persona, nello specifico
un uomo con una mano paralizzata.
E quando Gesù, visto che non si esprimono,
indignato e rattristato per la loro testardaggine,
ordina all’uomo di stendere la mano e lo guarisce,
escono immediatamente e insieme agli erodiani
e tennero consiglio per vedere come fare
per toglierlo di mezzo con la morte.
Non c’è niente da fare:
la volontà ostinata resiste anche al miracolo.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù entrò di nuovo nella sinagoga. Vi era lì un uomo che aveva una mano paralizzata, e stavano a vedere se lo guariva in giorno di sabato, per accusarlo.
Egli disse all’uomo che aveva la mano paralizzata: «Àlzati, vieni qui in mezzo!». Poi domandò loro: «È lecito in giorno di sabato fare del bene o fare del male, salvare una vita o ucciderla?». Ma essi tacevano. E guardandoli tutt’intorno con indignazione, rattristato per la durezza dei loro cuori, disse all’uomo: «Tendi la mano!». Egli la tese e la sua mano fu guarita.
E i farisei uscirono subito con gli erodiani e tennero consiglio contro di lui per farlo morire.