Categories: Parola del Giorno

15 maggio 2016 – Domenica di Pentecoste – C

Parola del giorno :“…io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre

Vangelo del giorno: Gv 14,15-16.23-26

Quel che Gesù ha promesso è successo
nel giorno cinquatesimo dalla sua risurrezione,
giorno primo della Chiesa missionaria,
evento che ha riempito i cuori dei presenti
di una fiamma di amore appassionato
e nello stesso tempo ha spalancato
le loro bocche e i loro cuori.
E se ancora oggi la Chiesa può continuare
a offrire al mondo quella notizia buona e bella
e la consolazione che è legata al nome stesso di Gesù,
può farlo solamente perché in più di venti secoli
mai le è mancata la presenza di quello Spirito Paraclito
che egli stesso ha chiesto al Padre per i suoi
e il Padre ha inviato e continua ad inviare;
quasiché la preghiera di Gesù
– che pure gli è costata un prezzo molto alto –
non si sia mai interrotta.
Ancora oggi giunge a noi da lì la nostra forza.
Siamo riconoscenti?

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Se mi amate, osserverete i miei comandamenti; e io pregherò il Padre ed egli vi darà un altro Paràclito perché rimanga con voi per sempre.
Se uno mi ama, osserverà la mia parola e il Padre mio lo amerà e noi verremo a lui e prenderemo dimora presso di lui. Chi non mi ama, non osserva le mie parole; e la parola che voi ascoltate non è mia, ma del Padre che mi ha mandato.
Vi ho detto queste cose mentre sono ancora presso di voi. Ma il Paràclito, lo Spirito Santo che il Padre manderà nel mio nome, lui vi insegnerà ogni cosa e vi ricorderà tutto ciò che io vi ho detto».