Categories: Parola del Giorno

29 maggio 2016 – Domenica – Corpus Domini – C

Parola del giorno :“Tutti mangiarono a sazietà

Vangelo del giorno: Lc 9,11-17   

Il giorno volge al termine,
la folla ormai è stanca e, forse, anche affamata,
ma Gesù sembra non accorgersene:
immerso nelle loro situazioni e stati di bisogno
continua a predicare e a operare guarigioni.
Provvedono i Dodici a farglielo notare e propongono
una soluzione razionale molto semplice: congedarli
e lasciarli andare a procurarsi cibo e alloggio.
Ma lui non è dello stesso avviso
e chede a loro di provvedere al cibo.
Chiunque capirebbe che è impossibile
con solo cinque pani e due pesci – è quello che possiedono –
sfamare tanta gente.
Ma Gesù sembra non ascoltarli e li impegna
a collaborare con quel che sta per fare.
E loro lo ascoltano, si fidano e fanno quel che chiede,
dando prova di una grande verità:
quando la fede è impegno a mettere in comune
tutto quello che si ha – anche se poco –
e si riesce a farlo con generosità,
Iddio farà il resto.
E tutti mangeranno a sazietà.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù prese a parlare alle folle del regno di Dio e a guarire quanti avevano bisogno di cure.
Il giorno cominciava a declinare e i Dodici gli si avvicinarono dicendo: «Congeda la folla perché vada nei villaggi e nelle campagne dei dintorni, per alloggiare e trovare cibo: qui siamo in una zona deserta».
Gesù disse loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Ma essi risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci, a meno che non andiamo noi a comprare viveri per tutta questa gente». C’erano infatti circa cinquemila uomini.
Egli disse ai suoi discepoli: «Fateli sedere a gruppi di cinquanta circa». Fecero così e li fecero sedere tutti quanti.
Egli prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò su di essi la benedizione, li spezzò e li dava ai discepoli perché li distribuissero alla folla.
Tutti mangiarono a sazietà e furono portati via i pezzi loro avanzati: dodici ceste.