Categories: Parola del Giorno

2 giugno 2016 – Giovedì – 9a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“Non c’è altro comandamento più grande di questi

Vangelo del giorno: Mc 12,28b-34   

Ci voleva una domanda trabocchetto
per farci dire da Gesù
cosa sta più a cuore a Dio.
Non che non lo avesse detto,
o che lo scriba non ne fosse a conoscenza
– come del resto noi! -,
ma ascoltarlo direttamente dalle sue labbra
in tutta semplicità, come se fosse un provetto rabbi,
anziché il Maestro dei maestri,
ci fa davvero bene.
Tanto più che proprio lo scriba che lo ha interrogato
appare più che soddisfatto e ne risulta conquistato,
ed è pronto in tutta libertà
a compiacersene e lodarlo apertamente.
Gesù non è da meno, e come premio, lo incoraggia
e invita ad andare oltre, perché di questo passo
anche per lui il regno è più vicino.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, si avvicinò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».
Gesù rispose: «Il primo è: “Ascolta, Israele! Il Signore nostro Dio è l’unico Signore; amerai il Signore tuo Dio con tutto il tuo cuore e con tutta la tua anima, con tuttar la tua mente e con tutta la tua forza”. Il secondo è questo: “Amerai il tuo prossimo come te stesso”. Non c’è altro comandamento più grande di questi».
Lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità, che Egli è unico e non vi è altri all’infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta l’intelligenza e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso vale più di tutti gli olocausti e i sacrifici».
Vedendo che egli aveva risposto saggiamente, Gesù gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio».
E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.