Categories: Parola del Giorno

10 giugno 2016 – Venerdì – 10a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“Se il tuo occhio destro ti è motivo di scandalo, cavalo e gettalo via da te

Vangelo del giorno: Mt 5,27-32      

A chi è sprovveduto o al superficiale,
quanto suggerito da Gesù
potrà apparire un consiglio esagerato.
Cavare un occhio, tagliare una mano
oppure qualunque altra parte del proprio corpo…
come si può anche solo pensare di arrivare a tanto?
Scusate, ma non è quello che si fa,
come rimedio estremo, per difendere
o proteggere la nostra vita materiale e la salute fisica?
Anche se potrà apparire paradossale,
l’invito di Gesù sta lì almeno per farci interrogare:
che importanza diamo al nostro rapporto col Signore
e alla nostra vita spirituale?
E cosa siamo disposti a sacrificare
per difenderla e proteggerla?

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Avete inteso che fu detto: “Non commetterai adulterio”. Ma io vi dico: chiunque guarda una donna per desiderarla, ha già commesso adulterio con lei nel proprio cuore.
Se il tuo occhio destro ti è motivo di scandalo, cavalo e gettalo via da te: ti conviene infatti perdere una delle tue membra, piuttosto che tutto il tuo corpo venga gettato nella Geènna. E se la tua mano destra ti è motivo di scandalo, tagliala e gettala via da te: ti conviene infatti perdere una delle tue membra, piuttosto che tutto il tuo corpo vada a finire nella Geènna.
Fu pure detto: “Chi ripudia la propria moglie, le dia l’atto del ripudio”. Ma io vi dico: chiunque ripudia la propria moglie, eccetto il caso di unione illegittima, la espone all’adulterio, e chiunque sposa una ripudiata, commette adulterio».