Categories: Parola del Giorno

20 giugno 2016 – Lunedì – 12a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“Non giudicate, per non essere giudicati

Vangelo del giorno: Mt 7,1-5     

Con un tono imperativo, Gesù raccomanda ai suoi discepoli
un comportamento che sappia stare in sintonia
con la logica evangelica, che richiede
comprensione, donazione e soprattutto misericordia.
Nello stile che è tipico di Dio.
Il deterrente potrà apparire quello
di non esere giudicati a nostra volta
con la stessa misura da noi usata.
In effetti c’è di più: Gesù invita a comportarsi come lui
che non giudica nessuno, ma tutti affida
alla misericordia infinita di Dio Padre,
che, nel giudizio, è guidato
da una logica di amore senza fondo.
Proprio questo ci aiuterà a guardare il nostro prossimo
con occhio tenero, benevolo e liberante
che è lo stesso che lui pone
continuamente su di noi.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Non giudicate, per non essere giudicati; perché con il giudizio con il quale giudicate sarete giudicati voi e con la misura con la quale misurate sarà misurato a voi.
Perché guardi la pagliuzza che è nell’occhio del tuo fratello, e non ti accorgi della trave che è nel tuo occhio? O come dirai al tuo fratello: “Lascia che tolga la pagliuzza dal tuo occhio”, mentre nel tuo occhio c’è la trave? Ipocrita! Togli prima la trave dal tuo occhio e allora ci vedrai bene per togliere la pagliuzza dall’occhio del tuo fratello».