Categories: Parola del Giorno

15 luglio 2016 – Venerdì – 15a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“…il Figlio dell’uomo è signore del sabato

Vangelo del giorno: Mt 12,1-8  

Attaccato dai farisei che lo rimproverano
perché i suoi discepoli, affamati,
cogliendo delle spighe per mangiarne i chicchi
stanno facendo quel che non è permesso in quel giorno,
risponde loro – non tanto per difenderli, ma per illuminarli –
che il sabato, per quanto sia il giorno
dedicato al Signore e al riposo, è come gli altri giorni
se la necessità spinge a soddisfare dei bisogni essenziali;
e lo fa ricordando episodi noti del passato.
Ma ancor di più per noi risultano interessanti
altre due affermazioni, sottovalutate dai suoi ascoltatori:
il fatto che il Figlio dell’uomo – si riferisce a lui –
è signore anche del sabato e sapere
che Dio gradisce la Misericordia più del sacrificio.
Quanta libertà che apre all’Amore
riusciremmo ad acquistare ancora oggi,
se soltanto lo capissimo!

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù passò, in giorno di sabato, fra campi di grano e i suoi discepoli ebbero fame e cominciarono a cogliere delle spighe e a mangiarle.
Vedendo ciò, i farisei gli dissero: «Ecco, i tuoi discepoli stanno facendo quello che non è lecito fare di sabato».
Ma egli rispose loro: «Non avete letto quello che fece Davide, quando lui e i suoi compagni ebbero fame? Egli entrò nella casa di Dio e mangiarono i pani dell’offerta, che né a lui né ai suoi compagni era lecito mangiare, ma ai soli sacerdoti. O non avete letto nella Legge che nei giorni di sabato i sacerdoti nel tempio vìolano il sabato e tuttavia sono senza colpa? Ora io vi dico che qui vi è uno più grande del tempio. Se aveste compreso che cosa significhi: “Misericordia io voglio e non sacrifici”, non avreste condannato persone senza colpa. Perché il Figlio dell’uomo è signore del sabato».