Categories: Parola del Giorno

21 settembre 2016 – Mercoledì – San Matteo Apostolo Evangelista

Parola del giorno :“Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati”

Vangelo del giorno: Mt 9,9-13       

Da giudici spietati, sempre pronti a condannare,
tagliano come rasoi affilati
gli occhi dei farisei sul comportamento di Gesù,
che siede a mensa insieme a pubblicani e peccatori;
ma non hanno il coraggio di affrontarlo
ed esigono una spiegazione dai suoi discepoli.
Gesù, che li ha uditi, non usa intermediari
e risponde loro pubblicamente, perché tutti possano sentire.
Una risposta lapidaria che non concede scampo,
un invito non soltanto a riflettere, ma ad andare
a rileggere i testi delle Scritture sacre che conoscono
e comprenderle non come fa comodo a loro,
ma come piace a Dio.
Imparare cosa Dio intende per misericordia
significa scomparire dalla faccia… della presunzione
e calarsi nei profondi meandri del Suo cuore.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, mentre andava via, Gesù, vide un uomo, chiamato Matteo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì.
Mentre sedeva a tavola nella casa, sopraggiunsero molti pubblicani e peccatori e se ne stavano a tavola con Gesù e con i suoi discepoli. Vedendo ciò, i farisei dicevano ai suoi discepoli: «Come mai il vostro maestro mangia insieme ai pubblicani e ai peccatori?».
Udito questo, disse: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati. Andate a imparare che cosa vuol dire: “Misericordia io voglio e non sacrifici”. Io non sono venuto infatti a chiamare i giusti, ma i peccatori».