Categories: Parola del Giorno

27 settembre 2016 – Martedì – 26a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme”

Vangelo del giorno: Lc 9,51-56     

L’evangelista Luca fissa in queste semplici parole
la svolta che Gesù dà alla sua vita.
Non tanto per lui stesso che sapeva
di essere venuto al mondo per andare sulla croce,
ma soprattutto per i discepoli i quali
di lui si erano fatta tutta un’altra idea.
Gesù sa bene che Gerusalemme
è il luogo in cui sarà arrestato e messo a morte,
ma non si tira indietro, anzi
“indurisce il volto” – questa è la traduzione letterale –
e vi s’incammina senza esitazione.
E neppure riusciranno a scoraggiarlo
le difficoltà che incontrerà, comprese quelle
che gli vengono dagli  stessi suoi discepoli.
Questa scelta è questione di vita o di morte
e lui sa bene che la vita sua e di tutti
passerà proprio per quella sua morte,
accettata liberamente  e per amore.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

Mentre stavano compiendosi i giorni in cui sarebbe stato elevato in alto, Gesù prese la ferma decisione di mettersi in cammino verso Gerusalemme e mandò messaggeri davanti a sé.
Questi si incamminarono ed entrarono in un villaggio di Samaritani per preparargli l’ingresso. Ma essi non vollero riceverlo, perché era chiaramente in cammino verso Gerusalemme.
Quando videro ciò, i discepoli Giacomo e Giovanni dissero: «Signore, vuoi che diciamo che scenda un fuoco dal cielo e li consumi?». Si voltò e li rimproverò. E si misero in cammino verso un altro villaggio.