Categories: Parola del Giorno

21 ottobre 2016 – Venerdì – 29a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“perché non giudicate voi stessi ciò che è giusto?”

Vangelo del giorno: Lc 12,54-59  

Bella domanda che sorprende tutti.
Sta parlando alle folle; ma forse quell’“ipocriti!”,
tradisce un indirizzo più preciso e, di sicuro,
non è rivolto a tutti.
Che cosa chiede infatti qui Gesù?
Semplicemente di esercitare
la nostra capacità di discernimento a tutto campo,
senza limitarci a quello che più ci piace o ci fa comodo.
Iddio ha messo in ogni cuore una legge naturale
che rende tutti capaci di discernere tra il bene e il male
e anche di capire quel che è giusto,
come una luce che può accompagnarci
per tutto il tempo della nostra vita.
Purtroppo tante volte questa luce
viene offuscata da ragionamenti interessati
e talvolta addirittura spenta
dal nostro egoismo.
Che peccato!

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù diceva alle folle:
«Quando vedete una nuvola salire da ponente, subito dite: “Arriva la pioggia”, e così accade. E quando soffia lo scirocco, dite: “Farà caldo”, e così accade. Ipocriti! Sapete valutare l’aspetto della terra e del cielo; come mai questo tempo non sapete valutarlo? E perché non giudicate voi stessi ciò che è giusto?
Quando vai con il tuo avversario davanti al magistrato, lungo la strada cerca di trovare un accordo con lui, per evitare che ti trascini davanti al giudice e il giudice ti consegni all’esattore dei debiti e costui ti getti in prigione. Io ti dico: non uscirai di là finché non avrai pagato fino all’ultimo spicciolo».