Categories: Parola del Giorno

31 ottobre 2016 – Lunedì – 31a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato

Vangelo del giorno: Lc 14,12-14 

Non dev’essere tanto abituato il fariseo che lo ascolta
a una lezione di galateo così particolare.
Di banchetti ne ha offerti tanti
e se ora si è deciso ad invitar Gesù;
di sicuro non lo ha fatto per prendere lezioni,
tantomeno una come queste che ribalta totalmente
le sue abitudini e persino le sue aspettative.
Gesù, però, il povero che non ha da ricompensare
e non si spiega – o forse conosce molto bene –
la ragione per cui è stato invitato,
non si lascia sfuggire l’occasione e offre a lui
e a quanti al par suo sono abituati a banchetti programmati,
con inviti fatti ad arte, solamente per gente del loro rango
in grado di ricambiar l’invito,
una lezione di alto investimento che, se attuata,
prevede una ricompensa molto più preziosa
e garantita di qualunque altra si possa immaginare
di avere sulla terra.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù disse al capo dei farisei che l’aveva invitato:
«Quando offri un pranzo o una cena, non invitare i tuoi amici né i tuoi fratelli né i tuoi parenti né i ricchi vicini, perché a loro volta non ti invitino anch’essi e tu abbia il contraccambio.
Al contrario, quando offri un banchetto, invita poveri, storpi, zoppi, ciechi; e sarai beato perché non hanno da ricambiarti. Riceverai infatti la tua ricompensa alla risurrezione dei giusti».