Categories: Parola del Giorno

9 dicembre 2016 – Venerdì – 2a settimana di Avvento

Parola del giorno :Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato

Vangelo del giorno: Mt 11,16-19      

A quella massa di scontenti criticoni,
sempre pronti a giudicare e condannare
e incapaci di calarsi dentro il dono della fede
che fa spazio alle promesse
tante volte ripetute ai loro padri,
Gesù offre uno spunto assai prezioso
perché possano riflettere e cambiare atteggiamento,
aprendo mentre e cuore a una vera e necessaria conversione.
Il paragone che presenta sta lì a dire
che l’egoismo barricato dietro comodi interessi
non va bene, anzi fa male e disorienta,
anche nel caso che si tratti dei bambini smaliziati.
Figuriamoci con gli adulti.
E che adulti!

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù disse alle folle:
«A chi posso paragonare questa generazione? È simile a bambini che stanno seduti in piazza e, rivolti ai compagni, gridano:
“Vi abbiamo suonato il flauto e non avete ballato,
abbiamo cantato un lamento e non vi siete battuti il petto!”.
È venuto Giovanni, che non mangia e non beve, e dicono: “È indemoniato”. È venuto il Figlio dell’uomo, che mangia e beve, e dicono: “Ecco, è un mangione e un beone, un amico di pubblicani e di peccatori”.
Ma la sapienza è stata riconosciuta giusta per le opere che essa compie».