Categories: Parola del Giorno

14 gennaio 2017 – Sabato – 1a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati

Vangelo del giorno: Mc 2,13-17   

Ciò che per i semplici e gli umili che lo seguono
è affascinate, al punto che non se ne distaccano
e lo cercano ovunque,
appare scandaloso agli scribi dei farisei,
che lo tengono sott’occhio,
pronti a giudicare e a condannare qualunque cosa faccia.
Ma Gesù, al quale nulla sfugge non si lascia intimorire
e neppure limitare nella sua libertà
di agire sempre e solamente secondo il volere di Suo Padre.
E anche quando  – come in questo caso –
i suoi avversari non si rivolgono direttamente a lui,
ma ai suoi discepoli, Gesù non lascia nulla di intentato
e dà personalmente la giustificazione del suo operare.
Gesù non ha persone da scartare ed è venuto
per farsi tutto a tutti.
Poveri scribi, incalliti lamentosi!
Quanto vantaggio avrebbero se – accorciando le distanze –
comprendessero che parla anche per loro!

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù uscì di nuovo lungo il mare; tutta la folla veniva a lui ed egli insegnava loro. Passando, vide Levi, il figlio di Alfeo, seduto al banco delle imposte, e gli disse: «Seguimi». Ed egli si alzò e lo seguì.
Mentre stava a tavola in casa di lui, anche molti pubblicani e peccatori erano a tavola con Gesù e i suoi discepoli; erano molti infatti quelli che lo seguivano. Allora gli scribi dei farisei, vedendolo mangiare con i peccatori e i pubblicani, dicevano ai suoi discepoli: «Perché mangia e beve insieme ai pubblicani e ai peccatori?».
Udito questo, Gesù disse loro: «Non sono i sani che hanno bisogno del medico, ma i malati; io non sono venuto a chiamare i giusti, ma i peccatori».