Categories: Parola del Giorno

17 gennaio 2017 – Martedì – 2a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato!”

Vangelo del giorno: Mc 2, 23-28   

Ai farisei proprio non va giù
questo modo di comportarsi dei discepoli
che addirittura si permettono, di sabato,
passando tra i campi di grano prossimi alla mietitura,
di prendere delle spighe e, fregandole sul palmo della mano,
saziare la loro fame mangiandone i chicchi.
Non perché di sabato non sia lecito mangiare;
ma questo si può fare soltanto “a tavolino”
e con il cibo in parte preparato
il giorno precedente.
I discepoli che, da quando stanno con Gesù,
hanno acquistato una vera libertà,
di dare la risposta neppure se ne curano.
Ci pensa, però, Gesù, che, con una frase lapidaria,
li mette a tacere e li lascia lì a pensare
se sia più importante la legge, il sabato
o l’uomo.
Per il momento, intanto,
non hanno argomenti con cui replicare.
E questa già è cosa più che buona!

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, di sabato Gesù passava fra campi di grano e i suoi discepoli, mentre camminavano, si misero a cogliere le spighe.
I farisei gli dicevano: «Guarda! Perché fanno in giorno di sabato quello che non è lecito?». Ed egli rispose loro: «Non avete mai letto quello che fece Davide quando si trovò nel bisogno e lui e i suoi compagni ebbero fame? Sotto il sommo sacerdote Abiatàr, entrò nella casa di Dio e mangiò i pani dell’offerta, che non è lecito mangiare se non ai sacerdoti, e ne diede anche ai suoi compagni!».
E diceva loro: «Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato».