Categories: Parola del Giorno

10 febbraio 2017 – Venerdì – 5a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!”

Vangelo del giorno: Mc 7,31-37    

Quale migliore complimento!?
L’attenzione della gente è concentrata su Gesù.
È lui che, tenendolo in disparte, opera
sul sordomuto che gli hanno portato e dopo un po’
lo restituisce alla folla – non solo agli amici e ai parenti –
con l’orecchio aperto e la lingua sciolta.
Gesù vorrebbe che l’accaduto rimanesse soltanto tra di loro,
ma più lo ordina e più i presenti, stupiti,
ne diffondono notizia,
perché proprio non riescono a tacere.
Complimentandosi e rallegrandosi
per tutto quello che Gesù ha fatto
e riconoscendogli che ha fatto bene tutto.
Di più davvero non hanno saputo dire.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù, uscito dalla regione di Tiro, passando per Sidòne, venne verso il mare di Galilea in pieno territorio della Decàpoli.
Gli portarono un sordomuto e lo pregarono di imporgli la mano. Lo prese in disparte, lontano dalla folla, gli pose le dita negli orecchi e con la saliva gli toccò la lingua; guardando quindi verso il cielo, emise un sospiro e gli disse: «Effatà», cioè: «Apriti!». E subito gli si aprirono gli orecchi, si sciolse il nodo della sua lingua e parlava correttamente.
E comandò loro di non dirlo a nessuno. Ma più egli lo proibiva, più essi lo proclamavano e, pieni di stupore, dicevano: «Ha fatto bene ogni cosa: fa udire i sordi e fa parlare i muti!».