Categories: Parola del Giorno

19 febbraio 2017 – 7a Domenica del Tempo Ordinario – A

Parola del giorno :“…e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti”

Vangelo del giorno: Mt 5,38-48

Bontà sua! La pioggia, come l’aria, c’è per tutti!
È proprio il caso qui di dire che Dio…
non guardia in faccia.
Nel senso che non riesce a non offrire
in una misura sempre più abbondante
quell’amore che gli scoppia dentro,
senza guardare i meriti di quanti lo ricevono
o anche i demeriti di coloro che lo rifiutano.
L’amore – quello di Dio, ma anche quello di coloro
che mirano ad amare come lui,
nonostante i loro limiti e difetti –
è fatto per essere donato
e acquista ancor più senso proprio quando
dall’altra parte non trova ricompensa né corrispondenza.
Gesù è stato chiaro, con le parole ma anche con la vita:
il sole Dio lo riaccende ogni giorno perché tutti,
senza distinzione, possano scaldarsi.
Ancor di più: è disposto a riempire tutti del suo amore
e lo fa ogni giorno. Ed è sempre pronto a farlo
anche se nessuno gli dice: Grazie.
Ai suoi discepoli Gesù chiede una cosa sola:
quella di somigliargli.

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Avete inteso che fu detto: “Occhio per occhio e dente per dente”. Ma io vi dico di non opporvi al malvagio; anzi, se uno ti dà uno schiaffo sulla guancia destra, tu porgi anche l’altra, e a chi vuole portarti in tribunale e toglierti la tunica, tu lascia anche il mantello. E se uno ti costringerà ad accompagnarlo per un miglio, tu con lui fanne due. Da’ a chi ti chiede, e a chi desidera da te un prestito non voltare le spalle.
Avete inteso che fu detto: “Amerai il tuo prossimo e odierai il tuo nemico”. Ma io vi dico: amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano, affinché siate figli del Padre vostro che è nei cieli; egli fa sorgere il suo sole sui cattivi e sui buoni, e fa piovere sui giusti e sugli ingiusti. Infatti, se amate quelli che vi amano, quale ricompensa ne avete? Non fanno così anche i pubblicani? E se date il saluto soltanto ai vostri fratelli, che cosa fate di straordinario? Non fanno così anche i pagani? Voi, dunque, siate perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste».