Categories: Parola del Giorno

25 febbraio 2017 – Sabato – 7a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :“chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino”

Vangelo del giorno: Mc 10,13-16   

Mi piacerebbe tanto poter porre al termine di questa frase
un bell’interrogativo al quale poter rispondere,
magari alzando anche la voce o scrivendo a stampatello:
NESSUNO!
E invece, forse – anzi forse senza forse – non è proprio così.
Gesù la pone come condizione; il che vuol dire
che si tratta di una possibile realtà,
ossia, che quasi certamente c’è qualcuno
che rientra nella condizione ventilata
di non accogliere il regno come un bambino.
La cosa potrà lasciare i più indifferenti
o forse a qualcuno potrà anche far paura.
Quel che è certo – e deve preoccupare proprio tutti –
è che, se c’è qualcuno, che non accoglie il regno
di dio come un bambino,
costui deve vedere cosa fare perché – Gesù è stato chiaro –
in quella condizione, purtroppo,
rischierà di rimanere fuori.
Anzi – se rimane in quello stato – è sicuro!

parola di oggi per chi non ha il testo a portata di mano:

In quel tempo, presentavano a Gesù dei bambini perché li toccasse, ma i discepoli li rimproverarono.
Gesù, al vedere questo, s’indignò e disse loro: «Lasciate che i bambini vengano a me, non glielo impedite: a chi è come loro infatti appartiene il regno di Dio. In verità io vi dico: chi non accoglie il regno di Dio come lo accoglie un bambino, non entrerà in esso».
E, prendendoli tra le braccia, li benediceva, ponendo le mani su di loro.