Categories: Parola del Giorno

12 Ottobre 2017 – Giovedì – 27a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :almeno per la sua invadenza si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono

Vangelo del giorno: Lc 11,5-13            

Le persone invadenti non raccolgono elogi,
ma piuttosto contrarietà e diffidenza;
eppure Gesù nella parabola giunge addirittura
a lodare la sfrontatezza di chi osa
presentarsi di notte a casa dell’amico
per chiedere del pane per l’ospite improvviso,
con tutta la sfacciataggine o l’amicizia che nasconde.
Così il protagonista del racconto è costretto
a dare all’amico quello che gli occorre,
anche se a quell’ora inopportuna non ne aveva alcuna voglia,
proprio per quell’invadenza spaventosa
a cui non ha potuto opporre alcun rifiuto.
L’obiettivo di Gesù che, nella preghiera,
ci invita ad imitare quell’amico inopportuno,
non è quello di benedire l’insistenza in quanto tale,
fino al punto di diventare anche scoccianti,
bensì di incoraggiare la fiducia con la quale
si è disposti a fare breccia nel cuore di Dio Padre,
sempre aperto a compassione e pronto a muoversi,
con premura e tenerezza,  molto più di quell’amico
che viene svegliato in piena notte.
Ciò che conta soprattutto è saper chiedere con fede,
senza paura di risultare inopportuni,
perché il Padre, generoso e provvidente,
non dà solo quello che noi domandiamo,
ma  – è Gesù che ce lo assicura –
il suo stesso Spirito d’amore.

Dal Vangelo secondo Luca:

In quel tempo, Gesù disse ai discepoli:
«Se uno di voi ha un amico e a mezzanotte va da lui
a dirgli: “Amico, prestami tre pani, perché è giunto
da me un amico da un viaggio e non ho nulla da offrirgli”,
e se quello dall’interno gli risponde: “Non m’importunare,
la porta è già chiusa, io e i miei bambini siamo a letto,
non posso alzarmi per darti i pani”, vi dico che,
anche se non si alzerà a darglieli perché è suo amico,
almeno per la sua invadenza si alzerà a dargliene quanti gliene occorrono.
Ebbene, io vi dico: chiedete e vi sarà dato, cercate e troverete,
bussate e vi sarà aperto. Perché chiunque chiede riceve
e chi cerca trova e a chi bussa sarà aperto.
Quale padre tra voi, se il figlio gli chiede un pesce,
gli darà una serpe al posto del pesce?
O se gli chiede un uovo, gli darà uno scorpione?
Se voi dunque, che siete cattivi, sapete dare cose buone ai vostri figli,
quanto più il Padre vostro del cielo darà lo Spirito Santo
a quelli che glielo chiedono!»