Categories: Parola del Giorno

17 Ottobre 2017 – Martedì – 28a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :Stolti!

Vangelo del giorno: Lc 11,37-41           

Quando si dice che Gesù offre orizzonte nuovo alla vita,
spesso non si pensa
a quanto sia concreto il suo un messaggio,
che mira a far riflettere, toccando le abitudini più usuali
della quotidianità, come lavarsi la mani,
sedersi a mensa, pulire piatti e stoviglie,
condividere il pasto in amicizia e onestà… e tante altre
che non vanno assolutizzate e neppure ovattate
dietro l’osservanza più meticolosa  
per mascherare il male che si porta dentro.
Davvero Gesù non perde occasione
per richiamare tutti all’interiorità e alla ricerca
della bontà profonda di ogni azione.
Preoccuparsi dell’apparenza delle nostre attività,
senza coltivarne bellezza e santità, equivale alla scelta
di chi ha sbagliato bersaglio nella vita
e si trascina, come fosse un ferito in battaglia,
per una guerra che uccide l’anima e innalza muri,
imbiancati di perbenismo, di rancore e falsità,
ignorando chi ha bisogno di un aiuto
e chiede di essere accostato con cuore disponibile e pulito.
Stolti!, allora, è la parola giusta, che da sola
dovrebbe già bastare ad indirizzare diversamente
gli interessi e la ragione, ma soprattutto il cuore
che sa mettere in azione mani e piedi.
Soprattutto quando questa esce dalla bocca stessa di Gesù!

Dal Vangelo secondo Luca:

In quel tempo, mentre Gesù stava parlando, un fariseo lo invitò a pranzo. Egli andò e si mise a tavola. Il fariseo vide e si meravigliò che non avesse fatto le abluzioni prima del pranzo. Allora il Signore gli disse: «Voi farisei pulite l’esterno del bicchiere e del piatto,
ma il vostro interno è pieno di avidità e di cattiveria. Stolti! Colui che ha fatto l’esterno non ha forse fatto anche l’interno? Date piuttosto in elemosina quello che c’è dentro, ed ecco, per voi tutto sarà puro».