Categories: Parola del Giorno

9 Dicembre 2017 – Sabato – 1a settimana di Avvento

Parola del giorno :Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date

Vangelo del giorno: Mt 9,35-38; 10,1.6-8            

Il consiglio è davvero eccezionale:
non costa nulla e può fruttare molto.
Si tratta di un gioco da bambini
Fatto di dare e di ricevere.
A prima vista potrà apparire tempo perso,
ma, a pensarci bene, è più di un investimento
perché con Dio non ci si perde mai.
Non solo perché è Lui che dà per primo
e, dunque, se noi diamo è perché
quello che diamo lo abbiamo ricevuto;
ma anche perché Dio è generoso
e ha promesso – sulla sua parola –
che per tutto quel che diamo nel suo nome
lui tiene pronto il centuplo quaggiù e… la vita eterna.
Per cui, se anche – gareggiando con lui in generosità –
fossimo capaci di donare tutto,  
avremmo la vita eterna assicurata
e quaggiù tutto quello che ci occorre e che ci basta.
E anche con gli avanzi.
Basta ricordare il bambino che diede a Gesù
i cinque pani con pochi pesciolini.

 

Dal Vangelo secondo Matteo:

In quel tempo, Gesù percorreva tutte le città e i villaggi, insegnando nelle loro sinagoghe, annunciando il vangelo del Regno e guarendo ogni malattia e ogni infermità. Vedendo le folle, ne sentì compassione, perché erano stanche e sfinite come pecore che non hanno pastore. Allora disse ai suoi discepoli: «La messe è abbondante, ma sono pochi gli operai! Pregate dunque il signore della messe, perché mandi operai nella sua messe!». Chiamati a sé i suoi dodici discepoli, diede loro potere  sugli spiriti impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermità. E li inviò ordinando loro: «Rivolgetevi alle pecore perdute della casa d’Israele.
Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date».