Categories: Parola del Giorno

2 Gennaio 2018 – Martedì – prima dell’Epifania

Parola del giorno :“a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo”

Vangelo del giorno: Gv 1,19-28    

Non è facile rispondere a una sfilza di domande
poste ad arte da interlocutori incalzanti
che hanno fretta di portare una risposta
a coloro che li hanno inviati.
Giovanni se la cava con una semplicità ed umiltà
che spiazza tutti, nutrite esclusivamente della verità.
Ha chiaro ciò che è, compreso il suo compito
nei confronti di colui che tutti stanno aspettando
e forse se ne vanno anche un po’ delusi nel sentirsi dire
che non è lui Colui che essi cercano.
E quando lo mettono alle strette,
per avere una risposta più precisa, se la cava
offrendo due indizi che, se fossero liberi nel cuore,
risulterebbero utili e preziosi.
Il primo è che coli che essi cercano è già in mezzo a loro;
e il secondo – che lo riguarda più direttamente –
che lui è solo voce che lo annuncia, ma non si ritiene degno
neppure di sciogliergli il laccio del sandalo;
ossia un gesto tanto umile riservato ai servi.

 

Dal Vangelo secondo Giovanni:

Questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e levìti a interrogarlo: «Tu, chi sei?». Egli confessò e non negò. Confessò: «Io non sono il Cristo». Allora gli chiesero: «Chi sei, dunque? Sei tu Elìa?». «Non lo sono», disse. «Sei tu il profeta?». «No», rispose. Gli dissero allora: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?». Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Rendete diritta la via del Signore, come disse il profeta Isaìa».
Quelli che erano stati inviati venivano dai farisei. Essi lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque tu battezzi, se non sei il Cristo, né Elìa, né il profeta?». Giovanni rispose loro: «Io battezzo nell’acqua. In mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, colui che viene dopo di me: a lui io non sono degno di slegare il laccio del sandalo».
Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.