Categories: Parola del Giorno

9 Gennaio 2018 – Martedì – 1a settimana del Tempo Ordinario

Parola del giorno :Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci?

Vangelo del giorno: Mc 1,21b-28  

Forse potrà apparire strano, ma è così:
i primi a propagandare la potenza di Gesù e la sua identità
sono proprio i suoi più acerrimi nemici: i demoni.
Succede, infatti, che mentre i suoi ascoltatori in sinagoga
rimangono incantati dal suo insegnamento
e benevolmente impressionati del suo modo di parlare,
uno spirito maligno che possiede un uomo lì presente
non regge a ciò che sta accadendo e gli grida contro,
con tutta la rabbia che ha dentro,
una domanda piena di verità, con la quale
riconosce in lui Colui che è venuto a rovinarli.
E se Gesù gli impedisce di parlare ordinandogli di tacere
non lo fa perché non sia vero quello che di lui ha detto,
ma soltanto perché sa bene che anche la verità
proclamata dalla bocca di un bugiardo
si stravolge e rischia di passare per menzogna.
Costretto ad obbedire lo spirito impuro
dà però il suo colpo di coda
cercando di creare un clima di terrore trai presenti.
Succederà invece che proprio questo farà si’
che in tutti crescerà l’ammirazione per Gesù
e la sua fama si diffuse ancor di più.

Dal Vangelo secondo Marco:

In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafarnao,] insegnava. Ed erano stupiti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi.
Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui.
Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!».
La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea